Ricerca personalizzata

martedì 22 novembre 2011

Quando ci si mette anche "lui" a mettere il bastone tra le ruote!

Un caloroso abbraccio a tutti!

Con questo fresco ci sta bene, secondo me!

Anche se con un vergognoso ritardo vi informo che il premio del mio primo Candy è arrivato a destinazione, ed Elena vi ha dedicato un bel post con relative foto che io non avevo fatto prima dell'invio e che dire….lei si che sa fotografare! Grazie Elena!

Oggi voglio farvi vedere uno dei lavori che ho fatto in questo periodo e che mi ha snervato perché ho utilizzato un tessuto in jersey che nascondeva un segreto…….era " bastardo dentro" e l'ho scoperto solo strada facendo quando mi è venuto il dubbio che la mia macchina computerizzata fosse da rivedere dato che saltava i punti, poi però anche la taglia cuci ha fatto lo stesso ed anche la mia meccanica. A questo punto mi è venuto il sottile dubbio che fosse "lui". Ho buttato metri e metri di filato e ore e ore per disfare quello che non veniva come doveva.

Alla fine sudando copiosamente, alla faccia dei pochi gradi che ci sono nella mia stanzetta del cucito,e dopo non pochi improperi e invii a quel paese (al tessuto, ovviamente), abbiamo raggiunto una ragionevole via di mezzo, dove "lui" si è fatto parzialmente domare, ed io ho accettato qualche salto di punto……

Il risultato è questa tuta da riscaldamento per danza, tessuto jersey a costine minuscole e leggermente felpato all'interno.

tuta riscaldamento danza

Il modello è acquistato da qui ed originariamente era una tuta di quelle attillatissime, ma io ho preso la taglia xxl ed ho ulteriormente allargato, inoltre ho tolto la sagomatura del seno, aggiunto l'elastico al torace, in vita e alle caviglie ( come voleva mia figlia).

A parte l'inconveniente del tessuto non è una cosa difficile da fare, e credo ne farò un'altra magari in micro pile che tiene ancora più calore.

Per ora è tutto, vi auguro una buona giornata.

A presto

Flavia

9 commenti:

  1. Sei la vera vincitrice di questa lotta, è bellissima e la prossima volta con il tessuto giusto, sarà ancora più bella
    Un abbraccio
    Emi

    RispondiElimina
  2. Ciao Flavia, quando il jersey non ne vuole sapere io ho un trucco: faccio a "fette" dell'idrosolubile da ricamo e lo metto sopra e sotto ai due strati di jersey che voglio cucire, appuntandoli con degli spilli. Aiuta la macchina da cucire o la taglia-cuci a trasportare il tessuto e impedisce all'ago di trascinarsi parte del jersey. Strabaci

    RispondiElimina
  3. stupendo lavoro! complimenti e se questo riesci a farlo con il tessuto sbagliato chissà con quello giusto che meraviglie riesci a creare. un abbraccio

    RispondiElimina
  4. bella!!! il tessuto mi piace molto..... ma non credo sarei MAI in grado di lavorarlo!!!
    Brava
    Clelia

    RispondiElimina
  5. mamma mia! con un tessuto così "cattivo" ti sei messa a fare un sacco di arricciature...che tra parentesi per me sarebbero anche impossibili da fare con un tessuto "normale"! :D
    Bravissima e ottimo risultato!
    Baci Baci

    RispondiElimina
  6. Ma bravissima e complimenti per la determinazione, sei riuscita a ottenere un bellissimo lavoro!
    Baci
    Sabry

    RispondiElimina
  7. Grazie a tutte dell'incoraggiamento, durante il lavoro ho proprio pensato di buttare tutto e ricominciare.
    Diciamo che il lavoro non è proprio quello che si dice perfetto, ma ci accontentiamo!
    Un bacione a tutte!!

    RispondiElimina
  8. aaaahhh, adesso ho capito "chi era" a tenerti impegnata lontano del blog!! incominciavi a mancarmi ^_^!! mi sembra un ottimo lavoro!!! lo so.. il jersey elasticizzato è una gran rogna... il consiglio di Alice mi sembra ottimo e cercherò di ricordarmelo anch'io quando cucirò quel tessuto!! un'altra cosa importante, che sicuramente avrai fatto, è quella di utilizzare gli appositi aghi da jersey.... sembrano cose banali ma magari aiutano la macchina a "saltare" meno punti!!
    bacio

    RispondiElimina
  9. Grazie ad Alice per il consiglio che metterò in pratica alla prossima.
    Paola, il problema grosso era che anche gli aghi da jersey non andavano bene, cioè era come se il tessuto sopra fosse corazzato e non entravano! Un dramma!
    Grazie!!

    RispondiElimina

Grazie per il pensiero che vorrai lasciare